Tutti i documenti e la formazione obbligatori per la sicurezza sul lavoro e alimentare HACCP nella gestione dei rifiuti e risanamento

Giugno 09, 2023
Il datore di lavoro ha l’obbligo di mettere in regola la propria azienda, garantendo un ambiente di lavoro sicuro e salubre. In particolare, nel settore della gestione dei rifiuti e del risanamento ambientale, sono previste norme specifiche per tutelare la salute dei lavoratori e dell’ambiente. Prima di tutto, il datore di lavoro deve assicurarsi che il personale sia formato adeguatamente sulla prevenzione degli infortuni sul luogo di lavoro. Questo significa fornire corsi specifici sulla gestione dei rifiuti tossici o nocivi, sull’utilizzo corretto delle attrezzature protettive come maschere antigas ed indumenti isolanti, sull’uso corretto delle macchine impiegate nella raccolta e smaltimento dei rifiuti. Inoltre, il datore di lavoro deve dotarsi dei documenti obbligatori per la sicurezza sul lavoro tra cui: valutazione del rischio chimico (DVR), piano operativo annuale (POA), registro sostanze pericolose ed etichettatura conforme alle normative REACH. Per quanto riguarda invece l’HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) √® necessario avere un manuale con le procedure operative standard (SOP) relative alla manipolazione degli alimenti durante tutte le fasi del processo produttivo. Per quanto riguarda poi gli aspetti legati alla gestione dei rifiuti sono da tenere a mente alcuni punti fondamentali come la stima della quantit√† di rifiuti prodotti, l’individuazione dei codici CER (Codice Europeo dei Rifiuti) e il rispetto delle normative vigenti in materia di smaltimento. In conclusione, il datore di lavoro ha il dovere di mettere in atto tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza del personale e dell’ambiente. La formazione adeguata del personale e i documenti obbligatori per la sicurezza sul lavoro ed alimentare sono strumenti fondamentali per raggiungere questo obiettivo.
Hai bisogno di aiuto?